ZONA CENTRO ORIENTALE

con la nostra vigna di Monticella

 

La zona Centro-Orientale, individuata come area “Conegliano-Feletti”, nel libro “I Terroirs della Denominazione Conegliano-Valdobbiadene, Studio sull’origine della qualità”, è caratterizzata da dolci colline che si estendono nella parte Orientale dell’appellazione e le cui colline hanno un prevalente andamento Nord/Sud, il cui fulcro è il comune di Conegliano.

In quest’area i terreni sono argilloso-calcarei e BiancaVigna vanta ben 10 ettari, a corpo unico, tutti circoscritti nella collina di Monticella che si affaccia sulla città di Conegliano, un’esposizione a 360°.

 

Superficie totale: 4380 Ha
Superficie a vigneto: 1595 Ha
Superficie BiancaVigna: 10 Ha

OROGRAFIA

L’area si caratterizza per la presenza di dolci colline con prevalente andamento Nord-Sud. L’altitudine varia dai 60-70 m ai 270 m di San Pietro di Feletto. Le pendenze non sono mai eccessive e solo in alcuni casi superano il 40-50%. I vigneti sono posti sulla sommità di pendii più soleggiati riservando le aree boscate ai versanti più ripidi o esposti a Nord.

CLIMA

Temperatura media da aprile a ottobre pari a 17,9 °C.
Nel mese di settembre si registrano valori termici massimi diurni meno caldi e temperature notturne meno fresche con una riduzione delle escursioni termiche che invece si mantengono su buoni livelli nel mese di agosto. Per quanto riguarda le precipitazioni si registrano mediamente 40 mm in meno rispetto all’intero comprensorio orientale. I due mesi che segnano le maggiori differenze in negativo sono agosto e settembre, tuttavia non creano situazioni di stress ed anzi, si combinano con la tessitura e la profondità dei suoli.

FENOLOGIA

Germogliamento attorno a marzo, primissimi di aprile, alla prima decade di giugno per la fioritura e quella di agosto per l’invaiatura.

SUOLO

La profondità utile alle radici risulta essere molto elevata, il suolo è principalmente argilloso/calcareo e limoso/argilloso ed ha un buon drenaggio idrico, la permeabilità è moderatamente bassa così come la riserva idrica del suolo. Infatti questa zona rientra tra quelle zone dove gli stress idrici non avvengono molto frequentemente.

 

LE UVE

Uve provenienti dal vitigno Glera nei cui vini si conferma la forte impronta olfattiva intensa e l’interessante impronta gustativa gradevole ed equilibrata. I descrittori da correlare alle sensazioni olfattive sono la mela, le spezie e in alcune annate anche un lieve sentore di vegetale.
La natura dei suoli conferisce ai vini una gradevolezza e un equilibrio gustativo ottimali, si tratta di vini con una netta impronta territoriale, difficilmente confondibili e per questo molto apprezzati.